lunedì 14 gennaio 2019

FUORI CARTELLONE AL TEATRO DELLA JUTA: SI RIDE CON BONDINO & FERRARI


L’“Orange Festival 2018/2019” del Teatro della Juta riserva le prime sorprese ai suoi affezionati spettatori: sabato 2 febbraio si ride con il cabaret di Luca Bondino e Marco Ferrari, accompagnati per l’occasione dal musicista Marco Todarello alla chitarra.

THE LAST STAND è il frutto del loro vasto repertorio costruito in dieci anni di attività sulla scena:  dalle serate nei locali della provincia, fino alle puntate televisive di Zelig OFF e Central Station. Un’amicizia, un sodalizio artistico e un mare di chilometri macinati per tutta Italia alla ricerca di battute sempre nuove, personaggi ai limiti del surreale e improvvisazioni che poi sono diventate veri e propri sketch. 

In The Last Stand c’è tutto, ma proprio tutto quello che è stato creato e che salirà sul palco, probabilmente per l’ultima volta. The Last Stand segna infatti la fine della collaborazione artistica tra i due attori, i quali, terminate le date di questo spettacolo, scioglieranno definitivamente il duo. 

E il Teatro della Juta è lieto di dare un palcoscenico a questi due bravissimi artisti, che hanno conquistato nel tempo sempre più seguito e un pubblico di affezionati spettatori. Luca Bondino, novese, approda a Zelig Off dopo una lunga gavetta; i suoi divertenti monologhi si basano sulla realtà, su quello che vede. Ammette di aver avuto dei bravi maestri: da Daniele Raco a Maurizio Lastrico a Antonio Ornano. Marco Ferrari condivide con lui questo viaggio, spesso interpretando il “Bastian Contrario” di Bondino e contribuendo al successo del duo comico.

L’Orange Festival 2018/2019 è organizzato dall’Associazione culturale Commedia Community con il Patrocinio del Comune di Arquata Scrivia, e reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo e della Fondazione CRT. Stagione in collaborazione con Le Botteghe di Arquata e il Distretto del Novese.

INIZIO SPETTACOLO ORE 21.  Biglietti: interi € 10, ridotto € 8. Apertura biglietteria ore 20 presso il Teatro della Juta, Via Buozzi (Arquata Scrivia). Riduzioni per Unitre Arquata-Grondona, Unidue Serravalle, Under 18, Over 65, soci Botteghe di Arquata, iscritti corsi nuoto piscina Aquarium di Arquata. 


Per le prenotazioni di  THE LAST STAND si può telefonare al numero: 345 060 4219 o mandare una mail a: teatrodellajuta@gmail.com (Enzo Ventriglia)
Il servizio di prenotazione al sabato mattina presso l'atrio del Comune di Arquata è sospeso per il mese di gennaio.                                   

Teatro della Juta - Via B. Buozzi, Arquata Scrivia (AL). 

mercoledì 2 gennaio 2019

RIPORTAMI LA' DOVE MI SONO PERSO: RIPARTE LA STAGIONE DI ARQUATA

DOPO LA PAUSA NATALIZIA, OFFICINE GORILLA APPRODANO SUL PALCO DELLA JUTA DI ARQUATA

Sabato 12 gennaio il collettivo teatrale Officine Gorilla approda al Teatro della Juta di Arquata con l'ultima produzione: Riportami là dove mi sono perso.
Lo spettacolo si accoda alla produzione di testi e spettacoli originali che Officine Gorilla porta avanti dal 2016, diventando quasi il continuum del precedente Love Date, sebbene i due spettacoli non siano apparentemente legati tra loro.



Testo e regia sono firmati dall’artista alessandrino Luca Zilovich,  finalista al concorso “Attori sul cassetto, attori sul comò” del teatro “Lo Spazio” (Roma) e autore dello spettacolo finalista del “Premio Laura Casadonte 2016” di Crotone. Il fil rouge che tiene insieme i due testi è la forte componente “liquida” dei personaggi. Emma e Theo, protagonisti di Riportami là dove mi sono perso, sono i due soli personaggi della vicenda. Vivono insieme, ma improvvisamente si ritrovano a fare i conti col tempo che passa. Vivono il dramma sottile di molti loro coetanei: il sentirsi in ritardo rispetto a sé stessi e rispetto al mondo che li circonda. La loro condizione non è neanche più precaria, ma stagnante, senza apparenti vie di fuga. Il carattere “liquido” dei personaggi si scontra con le restrizioni di una vita che li fa apparire sconfitti e trasforma l’amore e le relazioni in beni di consumo. La domanda, quindi, sorge spontanea: possiamo ancora permetterci di innamorarci? In scena gli attori Michele Puleio e Maria Rita Lo Destro.

Officine Gorilla è un collettivo teatrale costituitosi formalmente nel 2016 con il desiderio e l'obiettivo di realizzare spettacoli con drammaturgie inedite e dai forti connotati contemporanei. Il nucleo originale del collettivo è costituito da Luca Zilovich, autore e regista, Michele Puleio, Martina Tinnirello, Giulia Trivero e Francesca Pasino, attore e attrici della compagnia. Accanto alle produzioni teatrali, Officine Gorilla si cimentano anche in un'importante attività laboratoriale di formazione, che da ottobre 2018 è approdata anche nei Teatri di Arquata e Gavi insieme all’ass. Commedia Community.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         INIZIO SPETTACOLO ORE 21.  Biglietti: interi € 10, ridotto € 8. Apertura biglietteria ore 20 presso il Teatro della Juta, Via Buozzi (Arquata Scrivia). Riduzioni per Unitre Arquata-Grondona, Unidue Serravalle, Under 18, Over 65, soci Botteghe di Arquata, iscritti corsi nuoto piscina Aquarium di Arquata.

Prenotazioni telefoniche al numero: 345 060 4219 o via mail: teatrodellajuta@gmail.com
Stagione realizzata in collaborazione con Le Botteghe di Arquata e il Distretto del Novese.





Teatro della Juta
Via B. Buozzi, Arquata Scrivia (AL)
Info e prenotazioni:
Enzo Ventriglia 345 0604219

mercoledì 5 dicembre 2018

WEEKEND DI TEATRO TRA GAVI ED ARQUATA: PARENTI SERPENTI E CHRISTMAS PARTY

Sarà un weekend all'insegna del buon teatro e della musica quello del 14 e 15 dicembre 2018, con due spettacoli creati per farci divertire e sognare!

VENERDI' 14 DICEMBRE - TEATRO CIVICO DI GAVI 
PARENTI SERPENTI

Divertentissima piece teatrale resa nota al grande pubblico dall'omonimo film sceneggiato da Carmine Amoroso e diretto da Mario Monicelli nel 1992.

Un Natale in famiglia come sempre da tanti anni. Un Natale pieno di ricordi e di regali da scambiare, in un rito stanco che resta però l’unico appiglio possibile per tentare di ravviare i legami familiari. Un Natale a casa dei genitori anziani che aspettano tutto l’anno questo momento per rivedere i figli cresciuti e andati a lavorare in altre città; uno sbarco di figli e parenti affettuosi e premurosi che si riuniscono in armonia. Tutto sembra scorrere tranquillamente fino a quando l’anziana madre annuncia ai figli la decisione presa assieme al marito, che metterà i figli con le spalle al muro costringendoli a fare per la prima volta i conti con una grande responsabilità: quella di prendersi cura dei genitori anziani.

Spaventati da questa eventualità, i figli si scoprono incapaci di affrontare la situazione e la paura degenera in un senso di colpa tale che esplode in rivendicazioni, rinfacciamenti, vigliaccherie di ogni genere, violenti litigi che fanno crollare miseramente  le maschere indossate fino a quel momento. 

La Compagnia dell'Ambra (Associazione I POCHI) è una realtà ormai consolidata nel panorama alessandrino, proponendo da diversi anni spettacoli sul territorio. In Parenti serpenti sono in scena, diretti da Daniela Tusa, Silvia Pivotto, Giancarlo Guazzotti, Alida Ciotti, Marcello Barbera, Sara Amodio, Claudio Notti, Fabrizio Odicino, Andrea De Luca, Lodovica Reggio e Michele Nicoletta Levcenco. La scenografia è di Gianni Trinchieri e le musiche di Andrea Negruzzo.

INIZIO SPETTACOLO ORE 21. 00 - Biglietto posto unico €10.  

Per prenotare chiamare i numeri 0143- 642913 (Comune di Gavi) o 345.0604219 (Teatro della Juta) o inviare una mail a: teatrodellajuta@gmail.com. 


SABATO 15 DICEMBRE - TEATRO DELLA JUTA DI ARQUATA SCRIVIA
CHRISTMAS PARTY

Un vero e proprio varietà natalizio in cui si alternano divertenti letture e monologhi a tema,  interpretati dagli attori della Compagnia della Juta, e i cori del grandioso ensamble del Saint Nicolas Gospel Choir. Un modo di festeggiare il Natale del tutto originale, e un'occasione spensierata per brindare insieme all'affezionato pubblico di Arquata al termine dello spettacolo!

L'Orange Festival non perde occasione di avvalersi di collaborazioni sempre più originali, come nel caso del Saint Nicholas Gospel Choir di Pozzolo Formigaro, un coro formatosi nel 2012 dall'idea di Vittorio Cordone e Cinzia Segala. 
Dopo l’inizio in sordina, il gruppo inizia a stabilizzarsi nella formazione attuale e a dar vita ad un vero e proprio repertorio improntato su brani gospel classici e brani più moderni. Circa un anno dopo, con l'inserimento di tastiera, basso, chitarra e batteria, il gruppo arriva ad una formazione stabile e inizia a proporsi al pubblico in alcuni paesi della provincia: Frugarolo, S.Giuliano, Arquata, Vignole, Basaluzzo, Tortona, Novi Ligure, ecc. 
Attualmente il coro vanta circa 25 coristi e quattro strumentisti, diretti dal maestro Pietro Palenzona.                                                                                                                                                                                       
Solisti  e attori del Teatro della Juta: Christian Primavera, Erica Gigli, Simone Guarino e Marta Brunelli.      

INIZIO SPETTACOLO ORE 21.  Biglietti: interi € 10, ridotto € 8.
Apertura biglietteria ore 20 presso il Teatro della Juta, Via Buozzi (Arquata Scrivia).
Riduzioni per Unitre Arquata-Grondona, Unidue Serravalle, Under 18, Over 65, soci Botteghe di Arquata, iscritti corsi nuoto piscina Aquarium di Arquata.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     





lunedì 12 novembre 2018

STAGIONE TEATRALE DI GAVI AL VIA CON EDOARDO LEO!

DOMENICA 18 NOVEMBRE L'ATTORE E REGISTA IN "TI RACCONTO UNA STORIA"

Inizia con un grande nome del panorama teatrale e cinematografico nazionale la nuova stagione del Teatro Civico di Gavi (AL), organizzata dal COMUNE DI GAVI in collaborazione con 'Associazione culturale Commedia Community.


TI RACCONTO UNA STORIA  (letture semiserie e tragicomiche) è un reading teatrale con musiche di Jonis Bascir che mostra appunti, suggestioni, letture e pensieri che Edoardo Leo ha raccolto dall’inizio della sua carriera ad oggi. Vent’anni di ritagli, ricordi e risate, trasformati in uno spettacolo coinvolgente che cambia forma e contenuto ogni volta in base allo spazio e all’occasione.

È uno spettacolo che fa sorridere e riflettere, che racconta spaccati di vita umana unendo parole e musica. Una riflessione sulla comicità e sulla poesia per spiegare che, in fondo, non sono poi così lontane.  

In scena non solo racconti e monologhi di scrittori celebri quali Benni, Calvino, Marquez, Eco, Piccolo, ma anche articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei e dello stesso Edoardo Leo. Un vero e proprio manifesto dell’attore che senza veli dichiara la propria passione per il racconto orale, parla con il pubblico al punto da modificare forma e contenuto in base a chi ha di fronte e soprattutto non si nasconde affatto dietro ad un personaggio, grazie ad aneddoti e narrazioni di vicende realmente accadute in 25 anni di mestiere.


Attore, sceneggiatore e regista italiano, Edorado Leo esordisce giovanissimo con la televisione in diverse fiction tra cui “Il maresciallo Rocca” (1998), in cui divide il set con Gigi Proietti, considerato da Leo il suo maestro. Recita accanto a Raul Bova e Marco Giallini nel suo secondo film da regista Buongiorno papà, mentre nel 2014 è candidato al David di Donatello per il miglior attore protagonista per il film Smetto quando voglio. Nel 2016 interpreta il ruolo di Cosimo in Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese, poi scrive, interpreta e dirige Che vuoi che sia, sua quarta regia, con Anna Foglietta e Rocco Papaleo. Nel 2017 esce Smetto quando voglioMasterclass, qualche mese dopo Smetto Quando Voglio - Ad Honorem, che conclude la trilogia.


Prosegue la sua attività teatrale portando da sempre in tournée il suo reading Ti racconto una storia letture semiserie e tragicomiche e Ti racconto una fiaba - Pinocchio, un'inedita rilettura della fiaba di Collodi, di cui interpreta tutti i personaggi, sulle musiche del Pinocchio di Comencini.

INIZIO SPETTACOLO ORE 21. Biglietto posto unico €10. 
Apertura biglietteria ore 20 presso il Teatro Civico di Gavi, via Garibaldi 44, Gavi.
ANCORA POCHI POSTI a disposizione per questo spettacolo. Per verificare l'effettiva disponibilità chiamare ai numeri tel. 0143- 642913 (Comune di Gavi) o 345.0604219 (Teatro della Juta). Mail: teatrodellajuta@gmail.com  www.teatrodigavi.it

Abbonamento 5 spettacoli in stagione €40, fuori abbonamento”Blood Money” di Alberto Basaluzzo e Carlo Orlando.

La Stagione del Teatro Civico di Gavi è resa possibile grazie al prezioso supporto della Fondazione Piemonte dal Vivo e il sostegno della Fondazione CRT.

Collaborano il Distretto del Novese e l'Ass. Commercianti di Gavi

giovedì 27 settembre 2018

ORANGE FESTIVAL 2018/2019 - CON VERGASSOLA E MARIA AMELIA MONTI

Mettere in piedi una stagione teatrale non è mai facile. Si valutano le proposte, ci si innamora di alcuni spettacoli, e si fa di tutto per poterli mettere in cartellone.
E' un lavoro che richiede tempo, più fatica di quanto pensiate e la disponibilità degli artisti.
Quando la programmazione è completa, ci si prende un paio di giorni prima di riguardare la lista degli spettacoli, e poi si fa una valutazione a mente fredda.
Be', passati questi giorni, noi siamo davvero felici della nostra nuova stagione, e siamo orgogliosi di potervela presentare.


Sabato 10 novembre 2018
SPARLA CON ME
Di e con Dario Vergassola
Per il suo ultimo recital, il comico ligure prende spunto dai successi televisivi di “Parla con me”, presentando al pubblico i momenti più esilaranti degli incontri nel salotto di Serena Dandini e ripercorre a ritroso la sua carriera, segnata dal calore degli amici del bar, la non semplice relazione con la suocera, la movida davanti all'unico bancomat di La Spezia. Una serata ricca di risate, freddure e musica, con un'unica costante: l’amore dell’attore per la propria terra d’origine, la Liguria.



Sabato 15 dicembre 2018
CHRISTMAS PARTY
Compagnia Teatro della Juta e Saint Nicolas Gospel Choir.
Un vero e proprio varietà natalizio in cui si alterneranno gli attori e i cantanti della Compagnia della Juta e il grandioso ensamble del Saint Nicolas Gospel Choir, con i suoi numerosi coristi e strumentisti.
Divertenti letture e monologhi, canzoni e tante sorprese; un'occasione spensierata per festeggiare il Natale e brindare col pubblico di Arquata. 


Sabato 12 gennaio 2019
RIPORTAMI LA' DOVE MI SONO PERSO
di Luca Zilovich (Officine Gorilla)
Con Maria Rita Lo Destro e Michele Puleio
Luca Zilovich firma testo e regia di questo spettacolo che può essere considerato il capitolo 2 del precedente “Love date”, già presentato con grande successo nella stagione 2016/17 sul palco del Teatro della Juta. In questa nuova sfida però il discorso si allarga, non limitandosi solo all’amore, ma ponendo lo sguardo su come il nostro quotidiano - con le sue mille sollecitazioni e influenze - interviene sul concetto che noi oggi abbiamo dell’amore. Si affronta, quindi, con una prospettiva non banale e legata alle giovani generazioni, il tema delle relazioni viste come labirinti in cui ci si può perdere ma anche ritrovarsi: tutto sta nella capacità di rintracciare il punto in cui ci si è smarriti.


Sabato 16 febbraio 2019 (fuori abbonamento)
I PROVINCIALI - ballate per inguaribili ottimisti
Compagnia Teatro della Juta
Musiche dal vivo di Paolo Toso; testi di Enzo Ventriglia, poesie di Edoardo Firpo
con Marta Borille e Simone Guarino
Regia: Enzo Ventriglia
Un concerto, una storia di frontiera. Due ragazzi, per diversi motivi ingabbiati in una piccola città di provincia da cui non riescono a scappare, ammesso che lo vogliano davvero. Le giornate si ripetono tutte uguali: lei dietro il bancone del bar, lui intento a reinventarsi una vita seduto ad tavolino dello stesso locale.
In comune hanno solo la loro città. E la noia. Le canzoni di Paolo Toso, intime ballate ironiche, romantiche e profonde, scandiscono la vita dei due protagonisti, accompagnandoli verso l'unica sorprendente via di fuga possibile per loro.

Venerdì 29 marzo 2019
S'E' FATTO TARDI MOLTO PRESTO
Con Maria Amelia Monti
Maria Amelia Monti, attrice di grande popolarità, affiancata dalla voce narrante del noto drammaturgo Edoardo Erba, ci accompagna in un viaggio alla scoperta degli autori più interessanti della poesia contemporanea che hanno avviato riflessioni sul tempo (da Sanguineti alla Szymborksa, dalla Lamarque a Catalano). Tra versi intensi ed antinconvenzionali, le musiche eseguite dal vivo dal maestro Massimiliano Gagliardi, trovano spazio ideale in un dialogo tra note e letteratura che affronta il concetto di tempo ai giorni nostri.












Venerdì 12 aprile 2019
CYRANO
di Edmond Rostand
Compagnia Mulino ad Arte
Con Pierpaolo Congiu, Lia Tomatis, Daniele Ronco.
Il testo di Rostand offre la possibilità di esplorare diversi registri, che si muovono dal lirico al comico al melodrammatico. “Cyrano” attraversa questa molteplicità in maniera semplice, quasi popolare, senza perdere un rigore estetico e formale. La parabola di Cyrano ci tocca perché ci ricorda quanto può costare non cedere all’ingiustizia e alle prepotenze, e quanto sia difficile esprimere e capire i nostri sentimenti più profondi.

Sabato 27 aprile 2019
LA SIGNORINA PAPILLON
di Stefano Benni
NUOVA PRODUZIONE ASS. COMMEDIA COMMUNITY – TEATRO JUTA
Con Francesca Pasino e Michele Puleio - resto del cast in via di definizione
Regia Luca Zilovich
La più esilarante fra le opere teatrali scritte da Stefano Benni, porta in scena un mondo popolato da poeti eccentrici e da cortigiane parigine, militari in carriera e fratelli massoni, in una Parigi corrotta di fine ottocento. L’opera è ambientata in un “giardino metaforico”, in un’epoca che, basandosi su qualche elemento desumibile dal testo, dovrebbe essere il XIX secolo. Ma potrebbe anche trattarsi di un periodo più vicino o di una dimensione fuori dal tempo: è un teatro dell’assurdo, dove tempi e luoghi non sono infatti definiti con precisione naturalistica ed evidenti sono i molteplici richiami alle vicende dei nostri giorni. Uno spettacolo raffinato ed elegante, con una vena comica e surreale che il regista è capace di rendere al meglio in questa sua personale versione.


INIZIO SPETTACOLI ORE 21. 
Biglietti: interi € 10, ridotto € 8 
Spettacoli “Sparla con me” e “S'è fatto tardi molto presto”: posto unico € 12 

-  Abbonamento stagione intero  €  54     
- Abbonamento stagione ridotto  €  46    


PRENOTAZIONI TELEFONICHE AL NUMERO 345 060 4219 o  teatrodellajuta@gmail.com

mercoledì 19 settembre 2018

LA JUTA AD AR.QUA.TRA. CON "OSSIGENO" UN TEATRO... LEGGERO COME L'ARIA

Anche il Teatro della Juta sarà presente, sabato 22 settembre, ad AR.QUA.TRA., la fiera dell'artigianato, della qualità e della tradizione, in programma il prossimo weekend ad Arquata Scrivia (AL).

Venite a trovarci in Via Libarna, all'angolo con Via San Gerolamo. Durante la manifestazione verrà presentato l'Orange Festival 2018/2019, la nuova stagione teatrale della Juta.
Il pubblico potrà assistere per l’intera giornata a numerose performance, della durata massima di 10 minuti, messe in scena dai ragazzi della Compagnia Teatro della Juta (Giancarlo Adorno, Marta Borille, Marta Brunelli, Erica Gigli, Simone Mastrotisi, Simona Lisco e Francesca Pasino) e da altri artisti – alcuni di loro, come Paolo Toso, provenienti proprio da Arquata – che presenteranno estratti di grandi classici, brani tratti da famosi musical, favole per bambini, racconti originali e molto altro.
Alcune delle esibizioni presenteranno inoltre spezzoni tratti da spettacoli che verranno messi in scena proprio durante la stagione teatrale 2018/2019.

Le esibizioni avverranno in una location interessante e suggestiva, un “teatro gonfiabile”, piccolo ed essenziale, munito di tutto l’occorrente alla rappresentazione scenica: palco, poltrone, luci, sistema di insonorizzazione. La struttura, a disposizione grazie alla Fondazione Piemonte dal Vivo nell’ambito del progetto Corto Circuito, è stata ideata grazie al progetto dell’impresa sociale Kalatà "Ossigeno, molecola teatrale", concepito per portare la magia delle arti dal vivo al di fuori dei contesti tradizionali di fruizione culturale, in quei luoghi dove le persone amano incontrarsi e condividere il proprio tempo libero: le piazze, le strade, i parchi delle città. Anche lo spettacolo all'interno della struttura ha una durata limitata nel tempo e si svolge, a rotazione, in dieci minuti per soli dieci spettatori.

La stagione 2018/2019 è organizzata con il sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo e con il Patrocinio del Comune di Arquata Scrivia.



lunedì 27 agosto 2018

LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO CIVICO DI GAVI

Finalmente possiamo svelare la prima delle nostre stagioni, quella del Teatro Civico di Gavi.
Questi sono i titoli della stagione principale, che saranno affiancati da altri spettacoli "fuori cartellone" che comunicheremo prossimamente.

Pensiamo di aver allestito un programma interessante, con due nomi molto importanti del panorama non solo teatrale nazionale, oltre a produzioni di compagnie del territorio, per un mix di appuntamenti che speriamo possano farvi continuare a riempire la sala del Teatro Civico di Gavi anche per la nuova stagione.

L'ingresso per gli spettacoli è di 10 € e da quest'anno sarà possibile abbonarsi all'intera stagione a soli 40 €.
Sarà possibile prenotare i posti per i singoli spettacoli e acquistare gli abbonamenti a partire dal 24 settembre.
Per informazioni scrivere a teatrodellajuta@gmail.com o chiamare il 3450604219 

Ecco gli spettacoli che abbiamo scelto per voi:



Domenica 18 novembre, ore 21
TI RACCONTO UNA STORIA con Edoardo Leo
L'attore romano, reduce dal successo cinematografico di "Perfetti sconosciuti" e di "Smetto quando voglio", si confronta con monologhi e racconti brevi di autori contemporanei, accompagnato dal musicista Jonis Bascir. Uno spettacolo per aprire la stagione all'insegna della comicità.

Venerdì 14 dicembre, ore 21
PARENTI SERPENTI con la Compagnia dell'Ambra
Tratto dal celebre film del 1992 di Mario Monicelli, lo spettacolo racconta la classica riunione di una famiglia per le festività del Natale, costretta ad affrontare problemi ed incomprensioni tra persone alla base estranee tra di loro, nonostante il legame di sangue.
Il nostro modo per festeggiare il Natale!

Sabato 26 gennaio 2019, ore 21
L'ULTIMA MEDEA di Luca Zilovich, con la soprano Laura Ansaldi e l'attrice Marta Borille
Nato dalla collaborazione tra la L.A. School e il Teatro della Juta.
Due donne, una soprano e un'attrice, accompagnano lo spettatore in un viaggio alla scoperta del mondo di Maria Callas, visto attraverso lo sguardo appassionato e ironico di un'ammiratrice molto particolare.

Sabato 9 febbraio 2019, ore 21
QUESTIONI DI CUORE di Natalia Aspesi, con Lella Costa
Un'attrice che non ha bisogno di presentazioni, una rubrica storica del "Venerdì" di Repubblica che diventa uno spettacolo teatrale, alla scoperta della vita sentimentale e sessuale degli italiani nel corso degli ultimi trent'anni. Ogni tipo di domanda è arrivata a quella rubrica, ma le risposte, argute, comprensive, feroci, sono ancora più gustose, soprattutto se raccontate in scena da una meravigliosa Lella Costa.

Sabato 9 marzo 2019, ore 21
LA BISBETICA DOMATA di William Shakespeare, Compagnia Teatro della Juta
Siamo in un'Italia immaginaria del Seicento, una compagnia di guitti stralunati e confusionari deve mettere in scena la loro versione della famosa commedia. Il passaggio dalla scena di vita di compagnia è costante, ritorna ciclicamente, evidenziando i rapporti interni tra gli attori e le dinamiche della loro compagnia, che si intrecciano con quelle dei personaggi della storia Shakespeariana. 

Che ne dite, è una bella stagione?