mercoledì 22 gennaio 2020

CARO GOLDONI DELLA COMPAGNIA CRAB TEATRO ALLA JUTA

Venerdì 31 gennaio 2020 una prova d’attori senza precedenti per uno spettacolo senza respiro!


Due attori, quattro personaggi. Due servi e due padroni diseredati, che vivono in una casa nobiliare venduta pezzo a pezzo per pagare i debiti di gioco del padrone, si ritrovano risucchiati in un frenetico turbinio di equivoci, intrighi, maneggi e gelosie nel tentativo di salvare il lavoro e la casa.


“Caro Goldoni” è una summa dell’opera goldoniana: una storia nuova raccontata con scene delle sue commedie più belle.

Di Augusto Zucchi, con Costanza Maria Frola e Pierpaolo Congiu. aiuto regia Sara Santolini, Regia di Giulio Federico Janni.

Info e biglietti: 345.0604219
teatrodellajuta@gmail.com

La stagione del Teatro della Juta è realizzata con il patrocinio del Comune di Arquata Scrivia, grazie al sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo e della Fondazione CRT.









.

martedì 14 gennaio 2020

DEBUTTA' BLASE', LA NUOVA PRODUZIONE JUTA/OFFICINE GORILLA


Venerdì 17 gennaio alle ore 21, al Teatro della Juta di Arquata Scrivia, ci sarà la prima assoluta di BLASÉ, monologo scritto e diretto da Luca Zilovich, interpretato da Michele Puleio.


Blasé è la tendenza della società a far apparire ogni cosa di un colore uniforme, di un gusto che non sa di niente, uguale a mille altre cose. Blasé è l’incapacità delle persone di scegliere. Blasé è la vita del protagonista.La voglia di reagire e scrollarsi di dosso l’insoddisfazione lo portano ad entrare armato in una scuola elementare, barricarsi in segreteria e prenderla in ostaggio. 


A questo punto, la narrazione passa in mano agli ostaggi stessi: un laureato che è finito a raspare cicche sotto ai banchi, un segretario che non vuole un cactus come compagno di vita, una mamma che adora suo figlio ma che odia sua figlia, il manager di una blogger che recensisce coppette mestruali e un professore che regge lo specchio di una società che appiattisce ogni tragedia.
Una società che usa ogni messaggio, positivo e negativo, non per migliorarsi, ma per confermare sé stessa.

Lo spettacolo, a ribadire il forte legame della produzione con il territorio, vede la collaborazione con l'illustratore alessandrino Lele Gastini per le proiezioni video e con il tortonese Raffaello Basiglio per le musiche originali.
Blasé è inserito nel cartellone della stagione SUPERHUMAN, realizzata con il contributo della Fondazione CRT, in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo e con il patrocinio del Comune di Arquata Scrivia e del Comune di Gavi.
Officine Gorilla è un collettivo teatrale informale nato nel 2016 per dedicarsi a testi di drammaturgia contemporanea, elaborando temi fortemente legati alla collettività, creando vere e proprie finestre da cui lo spettatore possa affacciarsi e riconoscere il paesaggio che si trova davanti. Il debutto avviene con lo spettacolo “Love Date – Not a love story” (finalista al concorso “Attori sul cassetto, Attori sul comò” del teatro Lo Spazio di Roma e al “Premio Laura Casadonte 2016” di Crotone). Lo spettacolo viene inoltre selezionato al “Poverarte Festival 2017” di Bologna e all’ “HereX Festival” di Torino.



Il 2018 è l'anno di “Riportami là dove mi sono perso“, spettacolo che nel 2019 porta la compagnia sul palco del NoLo Fringe Festival di Milano e in finale all'Arezzo Crowd Festival. Dal 2019 Officine Gorilla e l'Associazione Commedia Community incrociano le loro strade collaborando alla direzione artistica delle stagioni del Teatro della Juta di Arquata Scrivia e del Teatro Civico di Gavi, attivando inoltre tre classi di recitazione sul territorio e iniziando un percorso di produzione di spettacoli che vede proprio Blasé come primo lavoro condiviso.


Per info e prenotazioni: 345.060.4219 o teatrodellajuta@gmail.com

Ingresso posto unico €10
 

mercoledì 8 gennaio 2020

A(r)MATI - STORIE PER SOPRAVVIVERE ALL'AMORE. FABBROCINO DEBUTTA AL CIVICO DI GAVI

Sabato 11 gennaio alle ore 21 inizia il nuovo anno al Teatro Civico di Gavi.
All'interno della stagione SuperHuman debutta A(r)MATI Storie per sopravvivere all'amore, uno spettacolo “a km 0”. I protagonisti infatti sono entrambi popolari personaggi gaviesi: Davide Fabbrocino e Cesare Montecucco.

Lo spettacolo, di Stefania Piazzano, tra monologhi, poesie, storie contemporanee e altre più classiche, racconta tra una risata e una riflessione l'amore declinato in tutte le sue sfumature.
Davide Fabbrocino, con la sua pungente e irriverente comicità, metterà il pubblico di fronte ad una realtà odierna che sempre più ci allontana dal sogno fabiesco di incontrare la persona giusta con cui passare insieme tutta la vita felici e contenti.
Per saperne di più sul disincanto di Davide rispetto all'argomento, basta chiedergli se l'amore eterno, quello che supera ogni differenza, ogni divario culturale, esiste davvero. La sua risposta è «Babbo Natale, vestito di rosso, che arriva una volta l'anno e in una notte si infila in tutti camini di tutte le case del mondo, esiste davvero?».
L'amore, nel bene e nel male, è la colonna sonora della vita. Anche le storie di A(r)MATI viaggiano sulle note musicali di brani romantici senza tempo, interpretati da Cesare Montecucco, un musicista sorprendente che si dividerà tra tastiera, clarinetto e sassofono. Ci sarà pure un motivo se Cesare è conosciuto come “Mr. Sax”!

La stagione del Teatro Civico di Gavi è realizzata da Commedia Community con il sostegno del Comune di Gavi, della  Fondazione Piemonte dal Vivo e della Fondazione CRT, in collaborazione con l'Associazione degli Esercenti gaviesi e il Distretto del Novese, 

Biglietti: € 10 POSTO UNICO.
Apertura biglietteria ore 20 presso il Teatro Civico di Gavi, Via Garibaldi 44. Inizio spettacolo ore 21.  
Per prenotazioni, prevendita e acquisto biglietti:
Comune di Gavi tel. 0143- 642913