TEATRO CIVICO GAVI - STAGIONE 2018-19

Il TEATRO CIVICO DI GAVI ospita la nuova stagione teatrale 2018/19, organizzata dal COMUNE DI GAVI in collaborazione con la FONDAZIONE PIEMONTE DAL VIVO e con l’Associazione Commedia Community di Arquata Scrivia (TEATRO DELLA JUTA). 
Biglietti spettacoli POSTO UNICO € 10
Abbonamento ai 5 spettacoli della stagione è di € 40.
E' possibile abbonarsi alla Stagione del Teatro Civico, o prenotare i singoli spettacoli, recandosi presso il Comune di Gavi - Ufficio Commercio o telefonando al 3450604219. 
Sarà comunque possibile acquistare i biglietti la sera stessa dello spettacolo, a partire dalle ore 20 presso la biglietteria del Teatro Civico di Gavi, in Via Garibaldi 44

per info: teatrodellajuta@gmail.com
Altri spettacoli "fuori abbonamento" verranno aggiunti prossimamente: 

INIZIO SPETTACOLI ORE 21. 

Questi gli appuntamenti che fanno parte del cartellone 2010-19:


■Domenica 18 novembre 2018
TI RACCONTO UNA STORIA
con Edoardo Leo.


Ti racconto una storia è un reading-spettacolo con musiche di Jonis Bascir, che raccoglie appunti, suggestioni, letture e pensieri che Edoardo Leo ha raccolto dall’inizio della sua carriera ad oggi. Vent’anni di appunti, ritagli, ricordi e risate, trasformati in uno spettacolo coinvolgente che cambia forma e contenuto ogni volta in base allo spazio e all’occasione. È uno spettacolo che fa sorridere e riflettere, che racconta spaccati di vita umana unendo parole e musica. Una riflessione su comicità e poesia per spiegare che, in fondo, non sono così lontane. In scena non solo racconti e monologhi di scrittori celebri (Benni, Calvino, Marquez, Eco, Piccolo...) ma anche articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei e dello stesso Edoardo Leo.




■ Venerdì 14 dicembre 2018

PARENTI SERPENTI
Di Carmine Amoroso.
Compagnia dell'Ambra

Un Natale in famiglia, nel paesino d’origine, come ogni anno da tanti anni. Un Natale pieno di ricordi e di regali da scambiare, in questo rito stanco che resta l’unico appiglio possibile per tentare di ravviare i legami famigliari, come il fuoco del braciere che i genitori anziani usano, ancora oggi, per scaldare la casa: un braciere pericoloso ma rassicurante come tutte le abitudini e le tradizioni. Un Natale a casa dei genitori anziani che aspettano tutto l’anno quel momento per rivedere i figli cresciuti, e andati a lavorare in altre città. Uno sbarco di figli e parenti affettuosi e premurosi che si riuniscono in armonia... finchè passeremo dalle risate a crepapelle per il tratteggio grottesco dei personaggi al più turpe cambiamento di quegli esseri che, da umani, si trasformeranno negli animali più pericolosi e subdoli: i serpenti.


■ Sabato 26 gennaio 2019
L'ULTIMA MEDEA
Associazione Commedia Community e L.A. School Of Arts
di Luca Zilovich.
Con Marta Borille (narrazione) e Laura Ansaldi (soprano)

Due donne, una soprano e un'attrice, accompagnano lo spettatore in un viaggio alla scoperta del mondo di Maria Callas, visto attraverso lo sguardo appassionato e ironico di un'ammiratrice molto particolare.



■ Sabato 9 febbraio 2019
QUESTIONI DI CUORE
di Natalia Aspesi
con Lella Costa

Un'attrice che non ha bisogno di presentazioni, una rubrica storica del "Venerdì" di Repubblica che diventa uno spettacolo teatrale, alla scoperta della vita sentimentale e sessuale degli italiani nel corso degli ultimi trent'anni. Ogni tipo di domanda è arrivata a quella rubrica, ma le risposte, argute, comprensive, feroci, sono ancora più gustose, soprattutto se raccontate in scena da una meravigliosa Lella Costa.



■ Sabato 9 marzo 2019
LA BISBETICA DOMATA
di William Shakespeare
Compagnia Teatro della Juta.
Regia Luca Zilovich
Con Erica Gigli, Giancarlo Adorno, Christian Primavera, Simone Guarino, Luca Zilovich, Francesca Pasino

Siamo in un'Italia immaginaria del Seicento, una compagnia di guitti stralunati e confusionari deve mettere in scena la loro versione della famosa commedia. Il passaggio dalla scena di vita di compagnia è costante, ritorna ciclicamente, evidenziando i rapporti interni tra gli attori e le dinamiche della loro compagnia, che si intrecciano con quelle dei personaggi della storia Shakespeariana.







■ Sabato 23 marzo 2019
FUORI ABBONAMENTO
BLOOD MONEY
di Alberto Basaluzzo e Carlo Orlando

Trasformare un film western in una “mise en espace”: questa è l'innovativa sfida di Blood Money! Tutto (o quasi) viene evocato dagli attori, che trasformano il palcoscenico in uno schermo cinemascope riuscendo a materializzare davanti agli occhi degli spettatori vallate, cavalli, saloons, sparatorie e strade polverose. Il divertimento non manca, l’avventura neppure. Lo spazio intimo regala a chi guarda la sensazione di far parte davvero della storia, di essere insomma, catapultati in un mondo lontano, ma non sconosciuto, divenuto anzi familiare grazie ai tantissimi spaghetti western che il cinema ha prodotto. Un po' Trinità, un po' Sergio Leone, un po' Tarantino, insomma un piccolo prezioso film che non è stato
fatto, ma che non ha voluto saperne di restare chiuso in un cassetto. Un’occasione per vivere il teatro in maniera diversa.







Nessun commento:

Posta un commento