STAGIONE TEATRO CIVICO GAVI 2019-20

TEATRO CIVICO DI GAVI

■ Spostato a Domenica 27 ottobre 2019
LA SIGNORINA PAPILLON  di Stefano Benni. Compagnia Teatro della Juta – Regia Luca Zilovich
Con Giacomo Bisceglie, Federica Cardamone, Giulia Maino, Michele Puleio.
Rose Papillon abita in un giardino alla periferia della sognante Parigi di fine '800, che assomiglia molto all'Italia di oggi. Rose si destreggia tra due pretendenti, il poeta Millet e il militare Armand. I due, assieme all'amica Marie Luise e con le loro mille assurdità, riescono a destabilizzare le certezze di Rose, barricata dentro il suo giardino. Le notizie dal mondo esterno le arrivano filtrate, distorte dai tre personaggi: ci si domanda spesso cosa sia vero e cosa no. Ma chi sono in realtà Marie Luise, Armand e Millet? "Simpatiche macchiette, o forse assassini"?


■ Venerdì 15 novembre 2019
LA SOMMA DI DUE  di Lidia Ravera. Adattamento di Marina Massironi e Nicoletta Fabbri, con M. Massironi e N. Fabbri.

Due sorelle adolescenti, Angelica e Carlotta, vengono separate dal divorzio dei genitori. Una con la madre, l’altra con il padre in un’altra città. Si mancano, si accusano, si scrivono, si rincorrono per non perdersi. Perché le sorelle sono quelle che ti aiutano a misurare la strada, sono un complice o un ostacolo da spianare per diventare quello che sei. Lidia Ravera disegna con linguaggio fresco, ironico e fortemente critico quel legame naturale eppure misterioso che unisce due esseri umani dalla nascita, collocandolo nella confusione esistenziale e sentimentale di un mondo sempre più segnato dalla mancanza di rapporti reali, e spingendoci a indagare il nostro umano bisogno di “sorellanza”.








■ Sabato 14 dicembre 2019
I PROVINCIALI – Ballate per inguaribili ottimisti
Musiche dal vivo di Paolo Toso; testi di Enzo Ventriglia. Con Marta Borille e Simone Guarino, regia Enzo Ventriglia
Un concerto, una storia di frontiera. Due ragazzi, per diversi motivi ingabbiati in una piccola città di provincia da cui non riescono a scappare, ammesso che lo vogliano davvero. Le giornate si ripetono tutte uguali: lei dietro il bancone del bar, lui intento a reinventarsi una vita seduto ad tavolino dello stesso locale. In comune hanno solo la loro città. E la noia. Le canzoni di Paolo Toso, ballate ironiche, romantiche e profonde, scandiscono la vita dei due protagonisti, fino alla sorprendente via di fuga finale.


■ Sabato 11 gennaio 2020
A(R)MATI di Davide Fabbrocino e Stefania Piazzano. Con Davide Fabbrocino e Cesare Montecucco
Le relazioni odierne tendono a farci perdere il sogno fiabesco di incontrare la persona giusta e passare insieme tutta la vita. “Felici e contenti”...tutta la vita? Tra monologhi, poesie, storie odierne e più classiche, si cerca di raccontare tra una risata e una riflessione, l’amore declinato in tutte le sue sfumature. Come l’amore è la colonna sonora della vita, anche queste storie viaggiano sulle note musicali di brani romantici, interpretati dal vivo da Cesare Montecucco, che si destreggerà tra sassofono, tastiera e clarinetto per guidarci in questo viaggio senza tempo.

■ Sabato 22 febbraio 2020
ANFITRIONE di Plauto, Compagnia Teatro della Juta Regia Luca Zilovich. Con Sofia Brocani, Giacomo Bisceglie e Luca Zilovich
Rappresentata per la prima volta nel 206 a.C., Anfitrione è una commedia degli equivoci in cui dei come Giove e Mercurio approfittano dei loro poteri divini per esaudire desideri piuttosto terreni. Assumono quindi le sembianze di Anfitrione e del suo servo Sosia, in realtà assenti per la guerra contro i Teleboi, per ottenere i favori della bella Alcmena, moglie di Anfitrione.
Ad aiutare gli attori nelle loro trasformazioni, i costumi e le maschere di Alice Rizzato.


■ Venerdì 6 marzo 2020
NON PLUS ULTRAS di Adriano Pantaleo e Gianni Spezzano. Con Adriano Pantaleo

Martedì 24 giugno 2014 alle ore 6.00 il cuore di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli di 28 anni ferito il 3 maggio da un tifoso romanista, mentre si avviava allo stadio Olimpico per Napoli-Fiorentina, ha smesso di battere. Il giovane ragazzo è spirato al policlinico Gemelli dopo 52 giorni di agonia e dopo aver subito sei interventi chirurgici. Da qui si muove il lungo percorso di avvicinamento al mondo Ultras. Attraverso un’indagine teatrale durata 4 anni, l'autore/attore ha cercato di raccontare la mentalità degli Ultras. Ma qual è esattamente? Una filosofia di vita basata su delle regole non scritte ma condivise tacitamente da tutti. L’impianto drammaturgico dello spettacolo procede alla scoperta di questo codice etico e comportamentale, svelandone pregi e limiti.




■ Sabato 14 marzo 2019       
CAPOLAVORI di e con Mauro Berruto

Quando si parla di capolavori, il primo pensiero va all'arte: pittura, scultura, architettura, cinema, teatro... ma che dire delle imprese sportive? Mauro Berruto, già allenatore della nazionale italiana di pallavolo (medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Londra 2012), ci conduce in un’indagine appassionata che ci farà scoprire come il gesto dell’allenare non sia esclusivo di chi entra in uno spogliatoio, ma pratica quotidiana per mettere insieme persone, trasformarle in squadre e orientarle verso l’obiettivo. Nel corso della serata Diego Armando Maradona palleggerà con Michelangelo, Jury Chechi sfiderà Yves Klein, Muhammad Ali e Kostantinos Kavafis comporranno poesie, perché atleti, artisti e poeti fanno parte della stessa squadra.


■  Venerdì 17 aprile 2020
CYRANO  Compagnia Mulino ad Arte. Con Pierpaolo Congiu, Lia Tomatis, Daniele Ronco.
Cyrano è uno spettacolo d’attore, che pur nella sua edizione minimalista e sintetica, mantiene integro il fascino dell’opera.
Il testo di Rostand offre la possibilità di esplorare diversi registri, che si muovono dal comico al melodrammatico. “Cyrano” attraversa questa molteplicità in maniera semplice, quasi popolare, senza perdere un rigore estetico e formale. La parabola di Cyrano ci tocca perché ci ricorda quanto può costare non cedere all’ingiustizia e alle prepotenze, e quanto sia difficile esprimere e capire i nostri sentimenti più profondi. Abbiamo tutti, in qualche momento della nostra vita, indossato la maschera di Cyrano...

Biglietteria Stagione Teatro Gavi 2019-2020
Biglietto intero € 10
Spettacoli “La somma di due” e “Capolavori”: posto unico € 12 (no riduzioni)

ABBONAMENTI:
Stagione Arquata + Stagione Gavi (17 spettacoli) € 140 (anziché € 178)
Stagione Arquata (9 spettacoli) € 80 (anziché 94)
Stagione Gavi (8 spettacoli) € 70 (anziché 84)
Carnet 5 spettacoli (compresi 2 spettacoli tra quelli a 12€) € 45
Carnet 10 spettacoli (compresi 3 spettacoli tra quelli a 12€) € 85
Under 26 (Arquata + Gavi) € 90

Info e prenotazioni: 345.0604219

Nessun commento:

Posta un commento